Un Consiglio Interreligioso presso le Nazioni Unite

Proposta emersa a Madrid durante la World Conference on Dialogue.
25 luglio 2008 - Tonio Dell'Olio

Dal 16 al 18 luglio più di 250 persone che si riconoscono nell'islam, nel giudaismo, nel cristianesimo, nel buddhismo, nell'induismo e in altre fedi si sono incontrate a Madrid per la World Conference on Dialogue.
Le cronache riferiscono di un dibattitto ricco e vivace dove non si sono taciute le differenze ma nello stesso tempo si è posta in evidenza la comune volontà di attingere gli uni alla ricchezza degli altri per dare vita ad un clima di tolleranza, di conoscenza reciproca, di comprensione e di cooperazione.
La pace come obiettivo. La pace intesa come assenza di guerra e come dignità e giustizia per tutti. La pace rispettosa dell'ambiente.
Senza dubbio un appuntamento significativo dal quale peraltro è emersa una proposta che ci piace rilanciare: la creazione di un Consiglio Interreligioso nell'ambito delle Nazioni Unite.
I popoli sono rappresentati a volte non solo dalle nazioni ma anche dalle fedi a cui sentono di appartenere.

Ultimo numero

Rigenerare l'abitare
MARZO 2020

Rigenerare l'abitare

Dal Mediterraneo, luogo di incontro
tra Chiese e paesi perché
il nostro mare sia un cortile di pace,
all'Economia, focus di un dossier,
realizzato in collaborazione
con la Fondazione finanza etica.
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.39