Mangiare meglio per mangiare tutti

10 giugno 2009 - Tonio Dell’Olio

Mangiare meno carne significa evitare che si coltivi mais a dismisura e soprattutto che finisca nelle stalle dei bovini invece che sulle mense dei poveri. Per intensificare le colture di mais si utilizzano sostanze chimiche che fanno male alle persone e agli animali (vedi il caso delle api!). Insomma se non forziamo la natura stiamo tutti meglio. Non mi pare così difficile da capire!
Mangiare frutta di stagione e consumare prodotti che non hanno provocato inquinamento per via dei trasporti e della conservazione fa bene a tutti e non soltanto a chi li mangia.
Chi pensa che i poveri del mondo si aiutano soltanto donando qualche spicciolo per costruire un dispensario o scavare un pozzo, farebbe bene anche a rivedere buona parte delle proprie abitudini alimentari e non solo.
Chi pensa che si contribuisce a mantenere più pulita l’aria usando di meno la propria automobile, deve fare i conti con quello che mangia, che veste, che usa e che consuma... E usare meno la propria automobile.

Ultimo numero

Rigenerare l'abitare
MARZO 2020

Rigenerare l'abitare

Dal Mediterraneo, luogo di incontro
tra Chiese e paesi perché
il nostro mare sia un cortile di pace,
all'Economia, focus di un dossier,
realizzato in collaborazione
con la Fondazione finanza etica.
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.39