Gente onesta a Contromafie

23 ottobre 2009 - Tonio Dell'Olio

Oggi inizia la seconda edizione di Contromafie – Gli stati generali dell’antimafia. Sono tante le adesioni e saranno tantissimi a partecipare ai lavori previsti in questo fine settimana di ottobre. Segno di un’attenzione forte e consapevole della gente davanti al cancro mafioso le cui metastasi non si riesce a fermare.
Salta agli occhi l’impegno diffuso di organizzazioni, scuole, associazioni nell’educazione, nella salvaguardia dalle ecomafie, nell’azione sociale, nella denuncia e nella prevenzione. È indiscutibile il servizio della stragrande maggioranza di magistrati e forze dell’ordine nel cercare di applicare la migliore delle chemioterapie per annientare quei tentacoli. È evidente la professionalità di alcuni giornalisti nel proporre inchieste e servizi sul malaffare. Delude amaramente sapere proprio in questi giorni che pezzi delle istituzioni abbiano accettato di interloquire con alcuni criminali senza scrupolo e che addirittura possano essere scesi a patti. Magistrati, giornalisti e cittadini responsabili non riusciranno nella terapia se le istituzioni non promuovono leggi adeguate, se non scelgono i primari più competenti e se non garantiscono il rispetto pieno delle regole.
Si chiama onestà e segna la differenza tra noi e i mafiosi.

Ultimo numero

Rigenerare l'abitare
MARZO 2020

Rigenerare l'abitare

Dal Mediterraneo, luogo di incontro
tra Chiese e paesi perché
il nostro mare sia un cortile di pace,
all'Economia, focus di un dossier,
realizzato in collaborazione
con la Fondazione finanza etica.
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.44