Preghiere e auspici per l’Avvento e il Natale a Betlemme 2009

26 novembre 2009 - Fr. Paul Lansu (Pax Christi International )

Per il decimo anno consecutivo, per le popolazioni che abitano la Terra Santa il Natale giungerà in un clima di grande difficoltà. Mentre noi ci prepariamo ad accogliere le prossime Feste al sicuro nelle nostre comunità e tra le comodità delle nostre case, facciamo in modo di non dimenticare di pregare affinché anche in Israele e Palestina possano finalmente trionfare giustizia, pace e sicurezza.

Betlemme, città che ha dato i natali a Gesù Cristo, è nel suo intimo e prima di tutto una città per la pace; perfino in tempi tanto difficili come quelli che stiamo vivendo, molti abitanti di quella terra rifiutano di abbandonare la speranza. Molte donne, uomini, gruppi, associazioni continuano a coltivare la via della nonviolenza per dare voce ai loro bisogni, per far valere i propri diritti lavorando per un futuro di pace per entrambi i popoli di Terra Santa.

Dal dicembre 2000, come Pax Christi International abbiamo dato inizio ad una nuova tradizione natalizia quelle di spedire messaggi di pace agli amici di Betlemme. Una volta ancora quindi desideriamo invitare individui, gruppi, associazioni, parrocchie ad invitare messaggi, auspici e preghiere ai nostri pater a Betlemme.

Auspici e preghiere verranno stampati e appesi in contesti pubblici come messaggi personali o materiale educativo rivolto ai più giovani; verranno diffusi in luoghi di culto interreligioso; inseriti nella nuova casa della pace dell’Istituto di educazione Arabo di fronte al Muro della tomba di Rachele a Betlemme. Preghiere ed auspici possono anche contenere proposte di azioni nonviolente. Tali azioni potranno infatti essere lanciate all’inizio dell’Avvento.

Inviare via email un auspicio o una preghiera é un modo molto importante per comunicare con donne e uomini che desiderano profondamente udire una parola di speranza. I nostri partner a Betlemme apprezzano moltissimo il ricevere messaggi da coloro che vivono oltre la Terra Santa da loro vissuti come gesti sia spirituali che personali di speranza in occasione del Natale. I nostri messaggi sono un modo per rompere l’isolamento a cui sono costretti coloro che vivono a Betlemme.

L’iniziativa è localmente sostenuta da:
The Arab Educational Institute
Library on Wheels for Non-violence and Peace
The Centre for Conflict Resolution and Reconciliation
The Justice and Peace Commission of Jerusalem
Wi’am Center.
L’iniziativa è sostenuta a livello internazionale da:
The Palestine Israel Ecumenical Forum of the World Council of Churches
Pax Christi International
The International Fellowship of Reconciliation
Church and Peace
The Presidency of the Conference of European Justice and Peace Commissions
The Asian Center for the Progress of Peoples
Commission for Justice, Peace and Integrity of Creation USG/UISG Secretariat.

Vi preghiamo infine di inviare i vostri messaggi entro il 25 dicembre 2009 (Natale occidentale) e/o entro il 7 gennaio 2010 (Natale orientale).

L’inglese è senza dubbio la lingua preferita per la formulazione di auspici e preghiere, ma sono consentite anche altre lingue.
I messaggi devono comunque essere inviati all’Istituto di Educazione Arabo all’indirizzo: aei@p-ol.com

È possibile leggere i messaggi inviati in: www.aeicenter.org


Bruxelles, novembre 2009

Fr. Paul Lansu
Pax Christi International
Rue du Vieux Marché aux Grains 21
B-1000 Bruxelles - Belgium
Office Phone: +32 (0)2 502 55 50 - Direct Phone ++32-(0)2 213 49 11- Fax: +32 (0)2 502 46 26
Mobile Phone ++32-(0)475 38 21 70

www.paxchristi.net

Ultimo numero

Rigenerare l'abitare
MARZO 2020

Rigenerare l'abitare

Dal Mediterraneo, luogo di incontro
tra Chiese e paesi perché
il nostro mare sia un cortile di pace,
all'Economia, focus di un dossier,
realizzato in collaborazione
con la Fondazione finanza etica.
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.39