Il pane e la bellezza

21 gennaio 2010 - Tonio Dell'Olio

È fondamentale che tutti abbiano il pane. Non manchi a nessuno il necessario per vivere. Ma per vivere e non per sopravvivere. Ogni persona ha bisogno di pane e di senso, di pane e di bellezza. Di qualcosa da mangiare e di qualcosa in cui credere. Di ciò per cui vale la pena vivere e persino dare la vita! Altrimenti non è vita ma sopravvivenza. Dovremmo tenerne conto anche nell'azione educativa per allenare gli sguardi delle nuove generazioni al bello. Un paesaggio innevato o un tramonto, un quadro o una musica, un passo di danza o il verso di una poesia, profumano di vita. Profumano la vita. La bellezza è scrigno di valori che non ha bisogno di parole e di insegnamenti e di dottrine e di catechismi.
Vale la pena allenare l'anima soprattutto in un tempo in cui gli unici colori che vengono apprezzati sono quelli delle banconote e l'unica aspirazione una vincita al superenalotto. La bellezza è fulcro del cambiamento più autentico.

Ultimo numero

Rigenerare l'abitare
MARZO 2020

Rigenerare l'abitare

Dal Mediterraneo, luogo di incontro
tra Chiese e paesi perché
il nostro mare sia un cortile di pace,
all'Economia, focus di un dossier,
realizzato in collaborazione
con la Fondazione finanza etica.
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.38