Le conversazioni di Assisi

25 maggio 2010 - Tonio Dell'Olio

Non un incontro, una conferenza o un seminario, ma una conversazione in cui accogliere esperienze, buone pratiche, proposte che già si vivono in aree e comunità e che forse non hanno la giusta eco. Le “Conversazioni di Assisi” si prefiggono uno stile di dialogo familiare e costruttivo. La Cittadella di Assisi (tel. 075812445) riscopre questa formula che don Giovanni Rossi, il fondatore, aveva lanciato e collaudato negli anni 60. Il 4 e 5 giugno prossimi ci si troverà ad Assisi per conversare su “La partecipazione e la comunicazione, oggi, nella vita sociale e nelle chiese”. Un tema secondo Concilio. Una sfida e una provocazione che si rivolge “a credenti e diversamente credenti, - si legge nell’invito - a chi vive la sfida della fede con altre fedi, a chi vive una tensione etica che non fa riferimento esplicito al Vangelo”. E già questo modo di dare la parola sembra un buon auspicio e un inizio promettente per cercare di costruire e camminare, incontrarsi e riconoscersi, ascoltarsi e, possibilmente, comprendersi. Il top sarebbe riuscire ad accogliersi nelle proprie diversità. Ma ci sono speranze che ci riusciamo?

Ultimo numero

Rigenerare l'abitare
MARZO 2020

Rigenerare l'abitare

Dal Mediterraneo, luogo di incontro
tra Chiese e paesi perché
il nostro mare sia un cortile di pace,
all'Economia, focus di un dossier,
realizzato in collaborazione
con la Fondazione finanza etica.
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.39