Il dolore dell’estremo oriente

14 marzo 2011 - Tonio Dell'Olio

Ogni ora che passa, viene aggiornato il numero delle vittime della tragedia del Giappone. Se ne parliamo anche in questa rubrica che generalmente offre spazio a ciò che passa sotto silenzio, è perché le proporzioni di ciò che è successo sono talmente grandi che non possono non invadere ogni angolo della comunicazione. Il sovradosaggio di immagini non serve a farci comprendere da dentro quel che è successo esattamente. Non solo la distruzione e le perdite, ma nemmeno della paura abbiamo idea. Lo chiamiamo “estremo” l’oriente del Giappone. Ora è il momento di sentirci e farci vicini anche all’estremo. Il dolore avvicina e le tragedie saldano la fraternità. Terremoto e tsunami possono spazzare tutto ciò che trovano sulla propria strada, tranne quella traccia di umanità con cui oggi possiamo chiamare fratelli e sorelle anche la gente del Giappone.

Ultimo numero

Rigenerare l'abitare
MARZO 2020

Rigenerare l'abitare

Dal Mediterraneo, luogo di incontro
tra Chiese e paesi perché
il nostro mare sia un cortile di pace,
all'Economia, focus di un dossier,
realizzato in collaborazione
con la Fondazione finanza etica.
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.44