L’impegno dei giovani, risorsa del futuro

Roma 21 settembre 2011, Giornata Internazionale della Pace
22 settembre 2011 - Campagna Italiana contro le Mine

In occasione della Giornata Internazionale della Pace indetta dalle Nazioni Unite il 21 settembre, i giovani della Campagna Italiana contro le mine hanno inviato le firme raccolte nell’ambito dello Youth Against War Treaty (YAW) al rappresentante della Repubblica Popolare Cinese in Roma.

Come ogni anno i giovani impegnati nelle attività della Campagna Mine, gli studenti che partecipano ai workshop nelle scuole ed i volontari hanno raccolto le firme per sostenere l’appello rivolto alla Cina di aderire al Trattato di Ottawa per la messa al bando delle mine antipersona.

Come ricordato nel discorso del Segretario delle Nazioni Unite in occasione di questa Giornata il mondo ha bisogno che tutti si manifestino a favore della giustizia sociale e della libertà di stampa, di un ambiente pulito e dell’emancipazione delle donne; di uno stato di diritto e del diritto a plasmare il proprio futuro” ricorda Giuseppe Schiavello direttore della Campagna Italiana contro le mine “ Attraverso le nostre attività nelle scuole e più in generale di formazione rivolte ai giovani anche universitari e post universitari, cerchiamo di fornire gli strumenti necessari affinché diventino cittadini attivi, consapevoli e responsabili e in grado di contribuire al loro futuro sapendo che questo ha confini più ampi di quelli del proprio quartiere e del proprio paese”.

“Rendere i giovani in grado di saper impiegare l’informazione e la formazione per dar vita ad un impegno di solidarietà internazionale nel rispetto di un bene comune realmente condiviso è un valore aggiunto del percorso di Educazione allo Sviluppo ed alla Cooperazione “Non c’è pace con le mine” che da diversi anni la Campagna Mine propone alle scuole di diverso ordine e grado” afferma Santina Bianchini Presidente dell’Associazione “Le firme vengono raccolte dai ragazzi in diverse occasioni, sia organizzate direttamente da loro per sensibilizzare coetanei, parenti e amici, sia partecipando ad iniziative già esistenti, superando timidezze, pigrizie e coinvolgendo con il loro entusiasmo i più grandi” conclude la Bianchini.

--------------------------------------------

Info: www.campagnamine.org

Ultimo numero

Rigenerare l'abitare
MARZO 2020

Rigenerare l'abitare

Dal Mediterraneo, luogo di incontro
tra Chiese e paesi perché
il nostro mare sia un cortile di pace,
all'Economia, focus di un dossier,
realizzato in collaborazione
con la Fondazione finanza etica.
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.44