Il personaggio dell’anno

19 dicembre 2011 - Tonio Dell'Olio

Si comincia a tirare le somme di questo 2011 al suo crepuscolo. Molti mezzi di informazione italiani e stranieri hanno eletto personaggio dell’anno il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Politico di lungo corso, ha rivelato una rettitudine morale di cui sentiamo una necessità siderale. Ha gestito abilmente i passaggi difficili e a volte imbarazzanti della vita politica nostrana. E si espresso in maniera autorevole su temi per nulla scontati come la sicurezza sul lavoro e il diritto di cittadinanza degli emigranti. Non è poco. Però forse a caratterizzare quest’anno sul piano politico sono stati gli elettori che hanno votato il cambiamento in alcune città simbolo del nostro Paese, quelli che quasi clandestinamente hanno sorpreso tutti i sondaggi votando per i referendum sui beni comuni, cittadine e cittadini che sono scesi per le strade per dire che bisognava cambiare registro “ora”, elettrici ed elettori che hanno chiesto una nuova e partecipativa legge elettorale, quelli che non si rassegnano alla crisi e se ne inventano di tutte per poter dare una mano... c’è una folla che non ha perso la speranza. Sono personaggi minori che hanno segnato l’anno. E dato respiro al futuro.

Ultimo numero

Rigenerare l'abitare
MARZO 2020

Rigenerare l'abitare

Dal Mediterraneo, luogo di incontro
tra Chiese e paesi perché
il nostro mare sia un cortile di pace,
all'Economia, focus di un dossier,
realizzato in collaborazione
con la Fondazione finanza etica.
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.39