Io voto sostenibile

27 gennaio 2012 - Tonio Dell'Olio

In principio era "Un altro mondo è possibile". Da sempre lo slogan, la traiettoria, il fine del Forum Sociale Mondiale. Ma ieri qui a Porto Alegre, in un’assemblea affollatissima cui tra gli altri hanno partecipato Leonardo Boff, Frei Betto e l’ex ministra Marina Silva, è stato presentato il programma di Città Sostenibili (www.cidadessustentaveis.org.br). Metà dell’umanità abita attualmente nelle città e saranno il 60% nel 2030. In Brasile il fenomeno è ancora più evidente con l’85% di popolazione urbana. Per questa ragione diventa assolutamente prioritario rendere vivibili – ops sostenibili - le città. Non un nuovo partito ma un movimento politico che stende un programma con obiettivi chiari e precisi da presentare ai candidati, alle forze politiche, ai sindaci. In seguito operano un monitoraggio preciso dell’evoluzione della situazione nelle città alla luce di alcuni indicatori prestabiliti. Una forma intelligente e responsabile di fare politica. Nel corso della campagna elettorale danno grande forza alla proposta con manifesti e spot il cui unico slogan è: Io voto sostenibile. Finora sono molti tra donne e uomini dello sport e dello spettacolo che si sono offerti per mettere la propria faccia sui manifesti di questo voto sostenibile.

Ultimo numero

Rigenerare l'abitare
MARZO 2020

Rigenerare l'abitare

Dal Mediterraneo, luogo di incontro
tra Chiese e paesi perché
il nostro mare sia un cortile di pace,
all'Economia, focus di un dossier,
realizzato in collaborazione
con la Fondazione finanza etica.
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.39