Invece della parata militare

30 aprile 2012 - Tonio Dell'Olio

La festa della Repubblica del 2 giugno ogni anno viene celebrata con una parata militare lungo i Fori Imperiali di Roma. Per aver espresso tante volte il mio dissenso (se non il mio disgusto) per questa scelta che non rappresenta i valori e la vita reale della repubblica… ho registrato un consenso più ampio di quello che potevo immaginare. Per questa ragione invito quanti la pensano così a spedire una lettera a: Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano – Palazzo del Quirinale – 00187 ROMA in cui esprimere la propria contrarietà alla parata militare. Il sito di Pax Christi – www.paxchristi.it – ha predisposto un modello di lettera ma sarebbe utile e bello che ciascuno esprimesse le proprie convinzioni e avanzasse una proposta alternativa alla sfilata delle armi. In quella lettera si legge tra l’altro: “Il 2 giugno ad avere il diritto di sfilare sono le forze del lavoro, i sindacati, le categorie delle arti e dei mestieri, gli studenti, gli educatori, gli immigrati, i bambini con le madri e i padri, le ragazze e i ragazzi del servizio civile. Queste sono le forze vive della Repubblica; i militari hanno già la loro festa, il 4 novembre, che ricorda ‘l'inutile strage’ della prima guerra mondiale, come disse il papa Benedetto XV”. Forse, almeno per quest’anno continueranno a farla, ma quanto meno si sappia che ci sono cittadine e cittadini che non la vogliono.

Ultimo numero

Rigenerare l'abitare
MARZO 2020

Rigenerare l'abitare

Dal Mediterraneo, luogo di incontro
tra Chiese e paesi perché
il nostro mare sia un cortile di pace,
all'Economia, focus di un dossier,
realizzato in collaborazione
con la Fondazione finanza etica.
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.39