Mailbombing contro il nuovo modello di difesa

3 luglio 2012 - Tonio Dell'Olio

L’unico bombardamento che ci piace. Quello di email. Adesso l’obiettivo sono i senatori della Commissione Difesa che si apprestano a discutere il Disegno di Legge Delega di revisione dello strumento militare presentato dal ministro Di Paola. Non è prevista alcuna riduzione di spesa, ma solo tagli al personale e alle caserme per investire in acquisti di nuovi sistema d’arma. Il ministero viene autorizzato alla vendita di armi italiane nel mondo e chiede ai cittadini italiani vittime di calamità naturali di pagare l’eventuale intervento dei militari. Un impegno previsto di 230 miliardi di euro nei prossimi 12 anni. Si disegna un nuovo modello di difesa del nostro Paese che va nella direzione opposta a quella indicata dai sacrifici in tutti i settori e trasforma il nostro esercito in un vero e proprio strumento di guerra. Per queste ragioni vogliamo scrivere ai senatori. Anzi, bombardarli di email i cui testi si possono trovare nel sito della Tavola della pace: www.perlapace.it. Perché bombardare (di email) aiuta l’Italia, gli italiani e il mondo.

Ultimo numero

Rigenerare l'abitare
MARZO 2020

Rigenerare l'abitare

Dal Mediterraneo, luogo di incontro
tra Chiese e paesi perché
il nostro mare sia un cortile di pace,
all'Economia, focus di un dossier,
realizzato in collaborazione
con la Fondazione finanza etica.
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.39