Madonna liberaci da Putin

1 agosto 2012 - Tonio Dell'Olio

Un loro amico si è addirittura cucito materialmente la bocca in segno di protesta e ha manifestato davanti a una chiesa di San Pietroburgo. E per dirla tutta, loro l’hanno fatta anche grossa! Sono entrati senza autorizzazione nella chiesa ortodossa di Gesù Salvatore a Mosca ed hanno eseguito una sonora “preghiera punk”. Un gruppo musicale di quattro ragazze che hanno inteso così protestare contro lo strapotere di Putin cantando: “Oh Madonna liberaci da Putin”. Nell’udienza che ha avuto corso nei giorni scorsi hanno anche chiesto scusa, ma non è servito a niente. Sono in carcere da sei mesi e la detenzione preventiva è stata prorogata di altri sei mesi. Rischiano una condanna per teppismo con l’aggravante dell’offesa alla religione fino a sette anni di detenzione. Anche se è avvenuta in una forma poco convenzionale, tutto sommato si è trattato di una preghiera dei fedeli. Il resto invece è materia di rispetto dei diritti umani che in Russia da qualche tempo registra un certo deficit. Con buona pace dei governi amici che ancora una volta preferiscono far prevalere ben altri interessi.

Ultimo numero

Rigenerare l'abitare
MARZO 2020

Rigenerare l'abitare

Dal Mediterraneo, luogo di incontro
tra Chiese e paesi perché
il nostro mare sia un cortile di pace,
all'Economia, focus di un dossier,
realizzato in collaborazione
con la Fondazione finanza etica.
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.38