Una legge per la trasparenza e contro la corruzione. Subito

28 settembre 2012 - Tonio Dell'Olio

"Davanti ai costi della corruzione diretti e indiretti non si deve tacere. Non puo' essere normale la corruzione perché non è normale una società che ruba a se stessa. È una tassa occulta - denuncia Libera - che trasforma risorse pubbliche, destinate a servizi e opere, in profitti illeciti. È come se ogni italiano fosse costretto a versare 1.000 euro l'anno nelle casse del malaffare e dell'illegalità." E la gravità del fenomeno è fotografato da alcuni dati anticipati di un dossier sulla Corruzione in Italia che Libera presenterà lunedi' 1 ottobre in conferenza stampa a Roma: particolarmente significativo il dato relativo alle esperienze personali di tangenti, ossia alla corruzione vissuta sulla propria pelle dai cittadini, secondo Eurobarometer nel 2011 - conclude Libera - il 12 per cento dei cittadini italiani si è visto chiedere una tangente nei 12 mesi precedenti, contro una media europea dell'8 per cento. In termini assoluti, questo significa il coinvolgimento personale, nel corso di quell'anno, di circa 4 milioni e mezzo di cittadini italiani in almeno una richiesta, più o meno velata, di tangenti.

Ultimo numero

Rigenerare l'abitare
MARZO 2020

Rigenerare l'abitare

Dal Mediterraneo, luogo di incontro
tra Chiese e paesi perché
il nostro mare sia un cortile di pace,
all'Economia, focus di un dossier,
realizzato in collaborazione
con la Fondazione finanza etica.
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.39