Messico e sole

5 dicembre 2012 - Tonio Dell'Olio

Della situazione in Messico voglio parlarne di più. Illusorio tentativo di compensare il silenzio assordante che accompagna quella tragedia. Anche se non è tutto “Messico e nuvole”, come canta Paolo Conte in una famosa canzone. C’è anche un Messico consapevole che ogni mattina si sveglia con la volontà decisa di dare il proprio contributo per cambiare la situazione drammatica. E questa sera (ore 18 in Italia) alcuni rappresentanti di associazioni e stampa del Paese americano presenteranno alla stampa la Campagna cui Libera ha dato inizio in Italia. C’è un po’ di sole che si affaccia tra le nuvole minacciose del Messico. E merita di essere cantato almeno quanto le nuvole. Si tratta di organizzazioni che difendono i diritti umani e chiedono giustizia e verità per i tanti assassini impuniti; di associazioni che cercano di bonificare il terreno sotto i piedi delle organizzazioni criminali con la prevenzione e con un’attività di educazione tra i ragazzi delle periferie urbane; di giornalisti di prossimità (così li chiamano) che cercano di dare voce al disagio del Paese reale; di familiari delle vittime della guerra ai narcos che si mettono insieme perché non si dimentichino i nomi e le storie di chi ha pagato il prezzo più alto. È l’altro Messico e merita d’essere conosciuto e, forse anche cantato.

Ultimo numero

Rigenerare l'abitare
MARZO 2020

Rigenerare l'abitare

Dal Mediterraneo, luogo di incontro
tra Chiese e paesi perché
il nostro mare sia un cortile di pace,
all'Economia, focus di un dossier,
realizzato in collaborazione
con la Fondazione finanza etica.
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.39