I vestiti della futura regina d’Olanda

29 gennaio 2013 - Tonio Dell'Olio

La principessa Máxima Zorreguieta (Buenos Aires, 17 maggio 1971) è moglie di Guglielmo Alessandro, principe d'Orange erede al trono dei Paesi Bassi. Ieri la regina d’Olanda ha annunciato in televisione di aver deciso di abdicare in favore del figlio. I miei amici argentini mi hanno informato prontamente degli “scheletri nell’armadio” della futura regina d’Olanda. È figlia di Jorge Horacio Zorreguieta Stefanini che è stato ministro dell’Agricoltura durante la dittatura genocida argentina. Ma le colpe dei padri non devono ricadere sui figli. I miei amici argentini sono dell’associazione Alameda che svolge una preziosa attività di protezione e denuncia contro il lavoro schiavo nel paese latinoamericano. Mi riferiscono che la principessa ama indossare capi esclusivi di prestigiose firme come Graciela Naum e Benito Fernandez. Entrambi, in tempi e processi diversi, hanno subìto pesanti condanne per aver prodotto i loro preziosi e costosi capi in laboratori in cui lavoravano sarti e apprendisti (per lo più boliviani) ridotti in schiavitù con paghe da fame, senza orari e senza alcun diritto. Dopo le denunce penali di Alameda e le condanne seguite, la principessa ha pubblicamente dichiarato che non avrebbe più indossato gli abiti di Graciela Naum. Attendiamo che faccia ugualmente anche per gli altri. Non è bene che una regina indossi abiti sporchi.

Ultimo numero

Rigenerare l'abitare
MARZO 2020

Rigenerare l'abitare

Dal Mediterraneo, luogo di incontro
tra Chiese e paesi perché
il nostro mare sia un cortile di pace,
all'Economia, focus di un dossier,
realizzato in collaborazione
con la Fondazione finanza etica.
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.39