Coincidenze?

20 marzo 2013 - Renato Sacco

Non so se sono solo coincidenze. Certo è che ieri mentre papa Francesco a Roma celebrava davanti al mondo parlando di tenerezza e di poveri, a Casal di Principe veniva ricordato don Peppino Diana, il prete ucciso dalla camorra il 19 marzo del 1994. Oggi, 20 marzo, siamo a 19 anni dall’uccisione di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin, avvenuta il 20 marzo 1994 a Mogadiscio. Ieri sera a Bari c’è stata la prima del film “L’anima attesa”, dedicato a don Tonino Bello (verrà distribuito con dvd nelle prossime settimane, a 20 anni dalla sua morte) con la regia di Edoardo Winspeare.
Nella notte tra il 19 e il 20 marzo 2003, a Baghdad iniziavano i bombardamenti dell’aviazione americana. Siamo a dieci da questa guerra e l’Iraq, che ho potuto visitare molte volte (quanti ricordi, quanti volti, nomi, situazioni, sguardi, lacrime e sorrisi…) è ancora schiacciato dalle conseguenze della guerra, dalla paura, dall’insicurezza. Al punto che oggi la gestione della sicurezza è diventata un vero e proprio ‘business’. E oggi, 20 marzo, alla Camera ci sarà un incontro con parlamentari e senatori interessati, promosso da Un ponte per… e Rete Disarmo per regolamentare l’uso dei mercenari in contesti di guerra. Con l’obiettivo di giungere all’approvazione di una convenzione internazionale vincolante in sede ONU che ponga fine all’impunità dei contractor privati e renda giustizia alle vittime degli abusi.
Quante cose. Tutte in questi giorni. Segni di speranza, ma ancora tante ferite aperte. La mattina di 10 anni fa, appena iniziati i bombardamenti in Iraq, mi sono trovato a parlare a tantissimi ragazzi di una scuola media di Domodossola. Non ne avevo proprio voglia. Avevo ancora negli occhi le persone incontrate a Baghdad qualche settimana prima. E invece l’incontro con quei ragazzi è stato tra i più belli che ho vissuto.
Certo se don Tonino fosse qui oggi a commentare lui di persona queste coincidenze, la gioia della nomina di papa Francesco, la guerra in Iraq, ecc... avrebbe trovato parole profonde, vere, piene di vita e di… tenerezza. Ci aiuti a vivere questo tempo, questi momenti, queste situazioni che forse non solo coincidenze…

Ultimo numero

Rigenerare l'abitare
MARZO 2020

Rigenerare l'abitare

Dal Mediterraneo, luogo di incontro
tra Chiese e paesi perché
il nostro mare sia un cortile di pace,
all'Economia, focus di un dossier,
realizzato in collaborazione
con la Fondazione finanza etica.
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.39