L'impegno contro la corruzione e l'impunità

26 aprile 2013 - Tonio Dell'Olio

Tante e tutte drammatiche le storie che abbiamo ascoltato nell'incontro a Città del Messico con alcuni familiari di desaparecidos e di vittime messicani. Il filo comune è la totale mancanza di fiducia nelle istituzioni, dalla polizia al governo. La mancanza di attenzione e di sensibilità, le risposte vaghe, le coperture, i silenzi, i meccanismi evidenti di corruzione. E poi le minacce nei confronti di coloro che hanno osato soltanto denunciare. Abbiamo incontrato genitori che sono costretti a vivere in località segrete e sotto protezione perché non si sono rassegnate e hanno indagato laddove la polizia non ha fornito alcuna risposta e non ha mostrato alcun interesse. Come per la scomparsa della figlia ventenne che Adela, la madre, ci descrive per la sua vitalità, i suoi interessi, la sua dedizione completa allo studio della psicologia. Non so se esistono parole efficaci per descrivere questo impasto di dolore e di indignazione, di rivolta interiore e di desiderio di verità. E di giustizia. La nostra proposta è che si lavori in rete e che la vicenda di uno diventi la storia di tutti. Che si ricerchi la verità su un singolo caso. Pretenderla. Ma nello stesso tempo è necessario cambiare il sistema che genera, protegge e favorisce una tale delinquenza a piede libero. Corruzione e impunità sono gravi quanto i rapimenti e le uccisioni. La nostra parte è di far conoscere fuori dai confini messicani il pianto delle vittime perché almeno l'orgoglio dei rappresentanti di questo Paese possa muovere verso la pratica della giustizia e della normalità. Sono questi i segni essenziali e primi della civiltà di una nazione.

Ultimo numero

Rigenerare l'abitare
MARZO 2020

Rigenerare l'abitare

Dal Mediterraneo, luogo di incontro
tra Chiese e paesi perché
il nostro mare sia un cortile di pace,
all'Economia, focus di un dossier,
realizzato in collaborazione
con la Fondazione finanza etica.
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.39