La lezione del Mar Morto

4 luglio 2013 - Tonio Dell'Olio

Non ci avevo mai riflettuto. Il Mar Morto che si trova in Israele e che è prevalentemente alimentato dal fiume Giordano dopo una corsa di 300 km, si chiama così perché è pressoché impossibile trovare in quelle acque alcuna forma di vita. Il grado di salinità non lo consente. Ce lo spiegava ieri il vescovo Chiarinelli. E tutto questo avviene perché il Mar Morto ha corsi d'acqua che si riversano nel suo bacino e lo alimentano ma non ha emissari. Insomma il Mar Morto è oggetto di dono ma non riesce a donare. Trattenendo tutto per sé produce solo morte. Chi non dona muore. Anzi è già morto prima ancora di morire. Il dono è vita.

Ultimo numero

Rigenerare l'abitare
MARZO 2020

Rigenerare l'abitare

Dal Mediterraneo, luogo di incontro
tra Chiese e paesi perché
il nostro mare sia un cortile di pace,
all'Economia, focus di un dossier,
realizzato in collaborazione
con la Fondazione finanza etica.
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.39