Restarting the future

21 maggio 2014 - Tonio Dell'Olio

Lo diciamo in inglese per farci capire da tutti i candidati. Anche da quelli degli altri paesi membri dell’UE. Infatti finora sono 217 i candidati europei che hanno firmato, 114 gli italiani, tra i candidati a sindaco 243 e alle regionali 27. Ma soprattutto ad oggi sono ben 126.376 i cittadini che pretendono trasparenza dai candidati e hanno firmato visitando il sito www.riparteilfuturo.it. I candidati sono invitati a rendere pubblica la propria situazione patrimoniale, il proprio curriculum, la storia giudiziaria ed eventuali conflitti d’interesse. Nonostante ciò anche in questa tornata elettorale nelle liste compaiono candidati che hanno processi o inchieste in corso a loro carico oppure condanne definitive. Anche per corruzione. Nonostante si calcoli che l’Unione Europea perda ogni anno circa 120 miliardi di euro in mazzette e frodi e che l’Italia figuri al terzo posto in questa miserevole classifica dopo Romania e Bulgaria. Libera e Gruppo Abele chiedono impegni precisi per espellere definitivamente il malcostume della corruzione dalla vita dei cittadini. L’appello per tutti gli indecisi al voto è che, prima ancora di decidere per quale partito votare, conviene scegliere le persone che sposano la trasparenza e l’onestà per poi pedinarli nel loro impegno istituzionale perché non divorzino.

Ultimo numero

Rigenerare l'abitare
MARZO 2020

Rigenerare l'abitare

Dal Mediterraneo, luogo di incontro
tra Chiese e paesi perché
il nostro mare sia un cortile di pace,
all'Economia, focus di un dossier,
realizzato in collaborazione
con la Fondazione finanza etica.
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.38