Venti

20 marzo 2015 - Tonio Dell'Olio

Siamo arrivati a venti, ma non abbiamo fatto né l'abitudine né il callo. Per venti anni, Libera ha proposto la Giornata della Memoria e dell'impegno. Per ricordare il tributo che questo Paese ha pagato per riscattarsi, senza peraltro ancora riuscirvi, dalle mafie. E nello stesso tempo per rilanciare l'impegno responsabile a portata di tutti sull'onestà. Per scommettere sul fatto che tutti insieme possiamo riuscirci a sradicare la malapianta dell'illegalità e restituire l'Italia semplicemente alla normalità. Perché si tratta solo della normalità. Senza deleghe esclusive alla magistratura e alla polizia.

Essere onesti non deve essere considerata un'eccezione, denunciare senza remore deve diventare costume, democrazia è voce del verbo partecipare. Per questo vale la pena esserci. Un vero peccato che non abbiamo un telegiornale delle buone notizie perché Bologna domani meriterebbe la prima pagina.

Ultimo numero

Rigenerare l'abitare
MARZO 2020

Rigenerare l'abitare

Dal Mediterraneo, luogo di incontro
tra Chiese e paesi perché
il nostro mare sia un cortile di pace,
all'Economia, focus di un dossier,
realizzato in collaborazione
con la Fondazione finanza etica.
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.44