Sogni di pane

3 aprile 2017 - Tonio Dell'Olio

In una terra come quella di Calabria i sogni sono concreti. I sogni si fabbricano di giorno. Con il sudore, la fatica, l’ostinazione, il sacrificio. A volte i sogni sono di pane. E così la famiglia Angotti di Lamezia Terme non permette che i propri figli seguano la scia dell’emigrazione forzata per cercare fortuna altrove e, con i risparmi di una vita, rinnovano la propria attività di panettieri e creano per loro nuove condizioni di lavoro. Un forno che produce e vende pane. Ma la notte del 30 marzo scorso una bomba vigliacca fa saltare in aria la saracinesca e parte del locale. Ritorsione o vendetta che sia, punizione o avvertimento, è comunque la dimostrazione della vigliaccheria che non può e non deve essere fronteggiata solo dai proprietari, ma dalle istituzioni e dalla comunità tutta. E a dare il buon esempio sono stati i bambini di una scuola elementare che hanno fatto pervenire biglietti colorati ai giovani proprietari: “Cari Luca e Fabio, ci dispiace aver visto il nostro negozio preferito chiuso per colpa di gente che non ha vergogna di fare del male – si legge in uno dei ‘buoni pizzini colorati’ dei bambini -. Il vostro coraggio è per tutti i bambini un esempio da seguire. Grazie. Vi vogliamo bene”. Ecco, se tutta la comunità di Lamezia e non solo, facesse sapere a Luca e a Fabio che non sono soli, si comincerebbe a scrivere un’altra storia. E se in questi giorni si scegliesse quell’esercizio per una spesa solidale, funzionerebbe come un risarcimento civile e una sfida coraggiosa alla vigliaccheria delle mafie.

Ultimo numero

Rigenerare l'abitare
MARZO 2020

Rigenerare l'abitare

Dal Mediterraneo, luogo di incontro
tra Chiese e paesi perché
il nostro mare sia un cortile di pace,
all'Economia, focus di un dossier,
realizzato in collaborazione
con la Fondazione finanza etica.
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.39