Non toccate i neomelodici

19 gennaio 2018 - Tonio Dell'Olio

Solo apparentemente il tema sembra di poco conto. Si tratta della subcultura che viene comunicata attraverso alcuni generi musicali. Personalmente li ho incontrati a Napoli con i neomelodici, in America Latina e in particolare in Messico con i narcocorridos. Sfornano canzoni con testi in cui vengono esaltate le “gesta” di mafiosi che fanno giustizia di gente infame (collaboratori di giustizia) o che sono costretti dalla latitanza a stare lontano dagli affetti familiari anche nelle feste comandate o che fanno solo del bene nel quartiere... Potete immaginare le conseguenze deleterie che una tale diffusione suadente e accattivante crea nell'animo di giovani che non abbiano sviluppato un minimo di senso critico. È avvenuto così che Meridionews, una testata online della Sicilia, i primi di gennaio ha pubblicato un bell'articolo-inchiesta di Luisa Santangelo sui neomelodici di Catania che - guarda caso - hanno vincoli di parentela con noti boss di Cosa Nostra etnea. Come potete facilmente intuire già all'indomani della pubblicazione dell'articolo sono arrivate minacce, telefonate intimidatorie e avvertimenti sui social e alla sede della testata. Con questo scritto noi vogliamo far sapere a tutti senza equivoci da che parte stiamo, che Luisa e gli amici di Meridionews non sono soli e che semmai ci adopereremo solo per dare maggiore diffusione all'articolo che ha acceso quella miccia.

Ultimo numero

Rigenerare l'abitare
MARZO 2020

Rigenerare l'abitare

Dal Mediterraneo, luogo di incontro
tra Chiese e paesi perché
il nostro mare sia un cortile di pace,
all'Economia, focus di un dossier,
realizzato in collaborazione
con la Fondazione finanza etica.
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.39