Ai tempi di Barabba

7 settembre 2018 - Tonio Dell'Olio

La separazione dei poteri dello Stato è una garanzia. Da tempo le comunità umane hanno compreso che non possono essere emesse o cancellate sentenze a colpi di maggioranza. Dai tempi di Barabba e Gesù il nazareno quando gli animi esagitati della folla, il fanatismo cieco del fondamentalismo, l'uso strumentale delle parole levate a clave, portarono a lasciare andare libero un brigante che potrebbe essere un boss di Cosa nostra dei nostri giorni e a condannare il Cristo. Ebbene ieri, da sede autorevole perché istituzionale, abbiamo sentito ripetere qualcosa di simile. Di fronte alla sentenza di un tribunale si è ripetuto: "Gli italiani sono con noi" fino a concludere con toni apocalittici: "Temete l’ira dei giusti". Quale tribunale ha deciso chi sono i giusti e quali gli ingiusti? Dalla Rivoluzione francese in poi non funziona più così. È una garanzia per non permettere ai Barabba di derubare o uccidere impunemente e per proteggere i poveri cristi.

Ultimo numero

Rigenerare l'abitare
MARZO 2020

Rigenerare l'abitare

Dal Mediterraneo, luogo di incontro
tra Chiese e paesi perché
il nostro mare sia un cortile di pace,
all'Economia, focus di un dossier,
realizzato in collaborazione
con la Fondazione finanza etica.
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.39