La testimonianza di don Costantino

10 luglio 2019 - Tonio Dell'Olio

Nelle pieghe delle storie di mafia puntualmente scopri che si nasconde qualche capitolo importante che avresti dovuto conoscere e che la polvere degli scaffali della memoria hanno occultato. Avviene così che dall'Agenzia SIR apprendo che domenica scorsa a Resuttano, in provincia di Caltanisetta, il vescovo di quella diocesi e il parroco hanno concelebrato una messa a 100 anni dall'uccisione per mano di mafia di don Costantino Stella, parroco della cittadina. Ho cominciato così a informarmi su questo personaggio mite ma vigoroso che alla fine dell'800 aveva dato avvio a una serie di iniziative sociali a favore dei contadini e delle loro famiglie costruendo un Monte Frumentario per la distribuzione dei concimi, una Cassa rurale e tante altre cose che finirono col disarmare le attività di usura delle mafie locali e con l'irritarne i rappresentanti che decisero di farlo fuori. Superfluo aggiungere che, come spesso avviene nel Belpaese, nessuno ha mai saputo chi furono i mandanti e gli esecutori dell'accoltellamento. Ma a me è parsa subito una testimonianza efficace e bella non solo dell'opposizione di quel pezzo di chiesa alle mafie, ma anche la prova evidente che la povertà e la miseria sono le migliori alleate del malaffare e delle mafie. Ed è stata intitolata a don Costantino Stella una cooperativa di giovani che intendono “rivalutare nel miglior modo gli immobili sequestrati alla mafia, e accogliere i minori, le ragazze madri, i giovani che vivono in condizioni di disagio, gli anziani sempre più soli”. Far emergere la gente dalla condizione di bisogno, equivale a sottrarle al potere mafioso. Ieri come oggi. Dovremmo tutti tenerlo a mente.

Ultimo numero

Rigenerare l'abitare
MARZO 2020

Rigenerare l'abitare

Dal Mediterraneo, luogo di incontro
tra Chiese e paesi perché
il nostro mare sia un cortile di pace,
all'Economia, focus di un dossier,
realizzato in collaborazione
con la Fondazione finanza etica.
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.39