Esperienze concrete

20 dicembre 2019 - Tonio Dell'Olio

C'è una ricchezza di esperienza di agricoltura sociale in Italia che fa respirare tanta speranza per l'oggi e per il domani. Non è vero che si tratta di proposte minoritarie e residuali, non è vero che non generano pensiero e politiche e che si limitano alla mera testimonianza che pure è importante. Stanno diventando una forza che attraversa tutto lo stivale e rendono concrete intuizioni, ispirazioni, tentativi per rendere migliore la qualità della vita. È la traduzione pura e semplice dell'ecologia integrale che Papa Francesco propone nella Laudato si'. C'è chi sceglie di coordinare le esperienze di orti urbani e collegarli tra loro fino a produrre lo scambio di prodotti; chi coinvolge persone con disabilità e chi offre un'opportunità a detenuti ed ex detenuti; chi ridona dignità a migranti e “scarti” di società perbeniste; chi semplicemente si ribella all'agricoltura industriale o intensiva che produce danni alla salute, all'economia e all'inclusione sociale; chi vara progetti di fattorie didattiche che diffondono la conoscenza e l'amore per la terra. Sono tutte storie concrete nel senso etimologico del termine: cum creta, con la terra oppure con-crescere, ovvero crescere insieme. Perché la condivisione è nella stessa vocazione della terra e tutto il resto ne è il suo tradimento.

Ultimo numero

Rigenerare l'abitare
MARZO 2020

Rigenerare l'abitare

Dal Mediterraneo, luogo di incontro
tra Chiese e paesi perché
il nostro mare sia un cortile di pace,
all'Economia, focus di un dossier,
realizzato in collaborazione
con la Fondazione finanza etica.
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.39