Aggiungi un posto a tavola

Gli immigrati sono persone che pagano il prezzo di un sistema globale iniquo e che attendono la nostra accoglienza. L’esperienza positiva di Trapani.
don Sergio Librizzi (direttore della Caritas di Trapani)

Trapani è una città di frontiera, avvezza a interagire con religioni e civiltà diverse, in un clima di assoluta tolleranza.
Le nostre scuole sono piene dei figli degli immigrati. A partire dal 2002-2003 hanno cominciato ad affacciarsi popolazioni dal Corno d’Africa e dal Centro Africa. Si è così aperta una frontiera dei richiedenti asilo, anche con 500 sbarchi al giorno. Il territorio ha reagito positivamente a queste ondate migratorie. A Trapani, dunque, oltre alla mafia, vi è anche accoglienza, solidarietà, e gli stranieri non sono percepiti né vissuti come un pericolo per la sicurezza. Attualmente ospitiamo più di 1000 richiedenti asilo.
[...]

Note

Il testo integrale dell'articolo non è disponibile on line.
Se desideri sottoscrivere l'abbonamento al formato elettronico,
ti preghiamo di contattare l'ufficio abbonamenti:
abbonamenti@mosaicodipace.it

Ultimo numero

Rigenerare l'abitare
MARZO 2020

Rigenerare l'abitare

Dal Mediterraneo, luogo di incontro
tra Chiese e paesi perché
il nostro mare sia un cortile di pace,
all'Economia, focus di un dossier,
realizzato in collaborazione
con la Fondazione finanza etica.
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Note

    Il testo integrale dell'articolo non è disponibile on line.
    Se desideri sottoscrivere l'abbonamento al formato elettronico,
    ti preghiamo di contattare l'ufficio abbonamenti:
    abbonamenti@mosaicodipace.it
    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.39