COMUNICATO STAMPA

Lampedusa, inaccettabile la situazione in cui versano neonati, minorenni, donne

Marelli: “Basta con l’emergenza, creare subito un sistema di accoglienza stabile e garantito dal punto di vista finanziario”
19 dicembre 2012 - Mariano Bottaccio (CNCA)

Roma, 30 novembre 2012

“A Lampedusa siamo di nuovo all’emergenza. Ora basta. Non è tollerabile che un paese civile non sia in grado di costruire un sistema stabile ed efficiente per l’accoglienza degli stranieri che arrivano dalle coste africane.” Liviana Marelli, responsabile Infanzia, adolescenza e famiglie del Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza (CNCA), esprime la propria indignazione per una situazione inaccettabile: 900 persone stipate in una struttura che potrebbe accoglierne al massimo 400. Tra loro, 123 minorenni giunti dalla Libia, di età tra i 12 e i 17 anni, e 17 bambini piccoli accompagnati, compresi 4 neonati.

“Le condizioni in cui sono costretti questi esseri umani - e in particolare i neonati, i minorenni, le donne”, dichiara Marelli, “conferma ancora una volta che Lampedusa viene lasciata sola a fronteggiare una questione che riguarda l’intero Paese e la stessa Europa. Occorre creare, finalmente, un sistema di accoglienza degno di questo nome, opportunamente finanziato, che non vada in tilt perché sono arrivati 100 ragazzi… Cominciamo subito a trasferire questi minorenni in comunità ‘vere’, e non in strutture improvvisate o non idonee, dislocate in tutta Italia, senza congestionare le comunità del Sud come fatto finora. E sarebbe ora che il Governo prendesse posizione sul finanziamento dei progetti di accoglienza dei ragazzi arrivati con la cosiddetta ‘Emergenza Nord Africa’, in seguito alle vicende della Primavera araba. A oggi, non sappiamo se questi progetti verranno rifinanziati nel 2013.”

Info:
Mariano Bottaccio – Responsabile Ufficio stampa
Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza (CNCA)
tel. 06 44230395/44230403 – cell. 329 2928070 - email: ufficio.stampa@cnca.it
www.cnca.it

Ultimo numero

Rigenerare l'abitare
MARZO 2020

Rigenerare l'abitare

Dal Mediterraneo, luogo di incontro
tra Chiese e paesi perché
il nostro mare sia un cortile di pace,
all'Economia, focus di un dossier,
realizzato in collaborazione
con la Fondazione finanza etica.
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.39